Tema sul bullismo

Tema sul bullismo. Cerchi un tema sul bullismo svolto? Ecco un esempio di tema sul bullismo a scuola in generale e breve da cui prendere spunto.  Il bullismo è il tema scolastico più assegnato dai docenti e in questo tema il bullismo viene definito in modo completo. Si individuano le caratteristiche principali, le possibili cause e soluzioni.

Tema sul bullismo introduzione

Tema sul bullismo introduzione. Nella parte iniziale del tuo tema sul bullismo scrivi in maniera più oggettiva cosa è il bullismo. Definisci il fenomeno e parla delle sue forme. Il tuo tema deve rispondere a queste domande: che cos’è il bullismo? quali sono le sue tipologie? Ecco un esempio di come iniziare un bel tema sul bullismo.

Tutti i giorni sentiamo in tv o leggiamo casi di violenza tra ragazzi. Ma questa parola oggi famosa non è sempre esistita. Prima degli anni 70 il problema non aveva un nome, era un fenomeno sommerso. In Norvegia in quegli anni ci furono due suicidi di giovani stanchi delle prepotenze dei loro compagni. Da allora sono iniziate ricerche sul problema. Lo psicologo Dan Olweus  ne ha dato la prima definizione.

Si tratta di bullismo quando uno studente viene esposto ripetutamente alle azioni offensive di uno o più compagni. Gli atti possono essere fisici, verbali o psicologici.

Diciamo che qualcuno subisce delle prepotenze quando un altro coetaneo, o un gruppo, gli dicono cose cattive e spiacevoli. Quando riceve colpi, pugni, calci e minacce. Quando viene rinchiuso in una stanza, riceve bigliettini con offese e parolacce. Quando nessuno gli rivolge mai la parola e altre cose di questo genere. Si tratta sempre di prepotenze quando un ragazzo viene preso in giro ripetutamente e con cattiveria.

Le vittime sono scelte per una loro diversità: timidezza, sensibilità o un difetto fisico. Spesso a subire sono disabili o autistici incapaci di difendersi. Si prendono di mira anche gli studenti stranieri o coloro che sono giudicati omosessuali in base a pregiudizi. Sia maschi che femmine compiono violenze sui coetanei. Quello maschile è più fisico, quello tra ragazze è psicologico. Esistono due forme generali: il primo tipo di bullismo è quello diretto, cioè fisico (spintoni, calci, pugni, maltrattamento o furto di oggetti) o verbale (offese, insulti, minacce). Il secondo tipo è quello psicologico: si danneggiano le amicizie della vittima e l’autostima ed è comune tra ragazze. Atti psicologici sono: isolare la vittima, rifiutarla, ridere e diffondere cattiverie alle sue spalle. Questa forma non è evidente e può continuare a lungo senza essere scoperto.

Tema sul bullismo svolgimento

Tema sul bullismo svolgimento. Ricorda di inserire le tue riflessioni personali nel tuo tema sul bullismo per la scuola. Tutti i temi devono presentare elementi originali e personali, così da distinguere il tuo tema da tutti gli altri. Quali sono secondo te le cause del bullismo e cosa può portare dei ragazzi a comportarsi da bulli?

Esempio di svolgimento per un tema sul bullismo originale. Le cause del fenomeno secondo me sono sia fattori individuali che sociali. Ad esempio crescere in un clima di violenza familiare o poco sereno rende un bambino più aggressivo. Il bullo prova rabbia e invidia nei confronti degli altri e ha bisogno di scaricare sugli altri le proprie emozioni. Ma la causa è anche la società. I ragazzi sono tutti vittime del condizionamento sociale. Viviamo in una realtà in cui chi è diverso dalla massa viene escluso. Un difetto fisico, essere sovrappeso, oppure troppo bravi a scuola sono le cause più comuni per le quali si diventa vittime. Si prende di mira qualcuno non per quello che è, ma per quello che appare. Infatti tutto si basa sull’apparenza, sul percepire qualcuno più debole. La diversità si fa sinonimo di debolezza. Tutti vogliono essere uguali al gruppo, rispettare le regole sociali per non essere esclusi.
Gli adolescenti cercano di nascondere insicurezze, imperfezioni e paure dietro maschere. I bulli vogliono apparire forti, invincibili come i supereroi del cinema e dei fumetti.  Pensano che mostrare le proprie fragilità significherebbe venire schiacciati.  Si è dominati da una sola legge, quella del più forte. Si crede che solo i più forti sopravvivano nella società. I deboli invece sono destinati al fallimento e ad essere schiacciati. I bulli non si comportano così per divertimento o perché si annoiano, ma vogliono adattarsi all’ambiente, dominarlo per sopravvivere in esso e non essere attaccati. Si aggredisce per paura di diventare prede.
Si tratta non di un fenomeno individuale cioè non coinvolge una persona contro un’altra. E’ qualcosa di sociale, perché può nascere in ogni ambiente dove c’è un gruppo di persone. Il fenomeno esiste perché esiste un gruppo in cui domina la mentalità del branco, che attacca la preda colpendola nei punti deboli. Il bullo cerca usa la violenza per essere visto come forte dagli altri che temendolo non lo attaccheranno, ma lo seguiranno. Vuole essere il capobranco temuto e rispettato.
Hanno un ruolo importante anche i media. La tv o i giornali danno modelli idealizzati, finti e perfetti. Spingono gli adolescenti ad omologarsi e a voler sembrare quello che non sono. Inoltre molto diffusa socialmente l’idea che è vincente solo chi segue le mode, frequenta le discoteche, beve alcolici o fuma. Chi ad esempio non ha vestiti firmati e non ha mai fatto una canna,  è considerato un perdente e quindi escluso dal gruppo. Ora passiamo alle conclusioni del tuo tema sul bullismo. La conclusione dovrà essere personale, d’impatto e concisa. Devi rendere davvero unico il tuo tema.

Tema sul bullismo conclusioni

Per il tuo tema sul bullismo scrivi delle conclusioni sul problema e delle possibili sue soluzioni. Il tuo tema sul bullismo nella parte finale deve rispondere alla domanda “quali soluzioni si potrebbero adottare per fermare il fenomeno?”.
Esempio di conclusione di un tema sul bullismo. Una soluzione è fare in modo che chi assiste abbia il coraggio di dire basta invece di guardare. Inoltre i rapporti tra gli studenti devono diventare meno superficiali. Cosa vivono davvero al di fuori dalle mura scolastiche? Forse se tutti conoscessero meglio la vita degli altri si smetterebbe di giudicare dalle apparenze. Ognuno potrebbe raccontare la sua storia e condividerla con gli altri così da mostrare chi si è davvero.
Si devono sensibilizzare tutti, alunni, professori e famiglie alla gravità del fenomeno. Non si tratta di ragazzate ma di qualcosa di più serio che può segnare la vita di una persona. Oltre a punizioni per i bulli quando è troppo tardi, bisogna prevenire il fenomeno. Si potrebbero creare progetti, spettacoli organizzare associazioni e eventi. Sensibilizzazione, prevenzione e unione sono le nostre armi migliori contro il bullismo. Questo fenomeno non è uno scherzo, ma un vero e proprio inferno. Il bullismo è come il fumo, non è dannoso solo per chi lo compie, ma per tutto l’ambiente in cui si diffonde. E’ il male della nostra società ed età che va estirpato dalle sue radici, cioè i pregiudizi sociali e la superficialità dei rapporti tra coetanei.
Ecco un esempio di finale per un tema sul bullismo. Come frase finale inserisci una frase sul bullismo o un breve pensiero che racchiude cosa è questo fenomeno per te.

Tema sul bullismo di Giongo Giongo. Se anche tu vuoi pubblicare i tuoi temi sul bullismo su questo sito contattami. Ti è piaciuto questo tema? Scrivilo nei commenti.

Altri temi sul bullismo svolti:

Tema sul bullismo argomentativo

Tema sul bullismo a scuola

Tema breve sul bullismo

Bullismo Tema

Tema sul bullismo
4.7 (94.48%) 58 votes
The following two tabs change content below.
Ciao. Sono Anna e ho creato questo blog perché è un problema che mi sta molto a cuore. Scrivetemi o aggiungetemi sui miei social network. Un bacio

Ultimi post di Anna Saggese (vedi tutti)

Anna Saggese

Ciao. Sono Anna e ho creato questo blog perché è un problema che mi sta molto a cuore. Scrivetemi o aggiungetemi sui miei social network. Un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*