Tema sulla tecnologia

Tema sulla tecnologia svolto. Questo tipo di tema è molto assegnato nelle scuole medie e superiori, per capire il modo in cui i ragazzi percepiscono il mondo che li circonda e che idee hanno a riguardo. La tecnologia ha vantaggi e svantaggi, pro e contro. Che cos’è la tecnologia, migliora la nostra vita o la condiziona?

Introduzione tema sulla tecnologia. La tecnologia si evolve insieme all’uomo, in quanto le trasformazioni tecnologiche nascono dalle esigenze degli esseri umani (possono essere bisogni naturali, sociali, comunicativi ecc). Quindi la tecnologia permette all’uomo di vivere meglio e sviluppare le proprie capacità.

La tecnologia migliora il benessere della comunità intera. Ad esempio nell’era preistorica la scoperta del fuoco ha permesso all’uomo di far fronte alle proprie esigenze alimentari. L’invenzione della ruota e di tutti i mezzi di trasporto ha permesso all’uomo di muoversi e spostarsi più velocemente.  Così come anche i mezzi di comunicazione (stampa, telefono ecc.) hanno permesso di comunicare a grandi distanze, abbattendo i limiti fisici e spaziali. La tecnologia è essenziale in ogni ambito e ambiente: ad esempio nelle case, negli ospedali e viene usata nella produzione delle aziende per migliorare la produttività con macchinari sempre più all’avanguardia. Quindi non possiamo fare a meno della tecnologia, perché fa parte della nostra vita.

Internet e le nuove tecnologie come i cellulari e Internet hanno permesso di interagire e comunicare con persone da un capo all’altro del mondo. Negli ultimi vent’anni la nostra società ha subito una vera e propria rivoluzione, tanto da parlare di società “post-moderna”  e sono nati nuovi concetti come: digitale, cyberspazio, internet, social network, commercio elettronico.

La prima “tecnologia” ad entrare nelle case fu l’elettricità, poi il telefono, la radio, il televisore e oggi Internet. Ormai viviamo immersi in un ambiente tecnologico tanto da non farci caso. Ma molte di quelle che oggi ci sembrano cose scontate un tempo non lo erano e non esistevano elettrodomestici come il frigorifero, il televisore, il computer, il cellulare. Oggi invece non riusciremmo ad immaginare una vita senza questi oggetti.

Sicuramente la tecnologia ha degli aspetti positivi, come quello di renderci la vita più facile e far fronte alle nostre esigenze in maniera comoda e veloce. Ma ci sono anche aspetti negativi della tecnologia, legati al suo abuso e al servirsene in modo sbagliato.

Il progresso oggi è così veloce da diventare quasi incontrollato, rischiando di oltrepassare il confine delle reali esigenze dell’uomo. La tecnologia doveva far fronte alle esigenze dell’uomo, ma oggi la tecnologia stessa sta diventando una nostra esigenza primaria.
Le nuove tecnologie (Pc, smartphone) hanno cambiato in modo radicale il nostro modo di comunicare e interagire. Se da un lato ci hanno permesso di informarci, restare in contatto e comunicare in tempo reale in realtà l’uso della tecnologia può sfuggirci di mano. Sempre più persone diventano imprigionate nella rete, connesse 24 ore su 24, incapaci di disconnettersi e di connettersi alla realtà.

Ci si incontra online e non più di persona, si smette di leggere il giornale o un libro cartaceo ed ecco che nascono libri digitali, musica digitale, negozi virtuali. Oggi possiamo fare cose che erano impensabili qualche anno fa, comprare comodamente seduti da casa, fare acquisti senza spostarci, informarci, studiare, prenotare vacanze ecc. Ma la tecnologia rischia così di farci diventare pigri. La tecnologia voleva potenziare le nostre capacità ma rischia di intorpidirle, ad esempio oggi nessuno sforza la propria memoria. Se una volta dovevi ricordare il compleanno di un tuo amico, oggi te lo ricorda un social network di dover fare gli auguri a qualcuno. Non facciamo più calcoli da soli, perché c’è la calcolatrice o il pc. Non usciamo più di casa per dire qualcosa al nostro vicino ad esempio, ma gli inviamo un messaggio su Facebook.

Sono nati così i social network (cioè spazi di incontro virtuale). Questi strumenti sono stati creata con lo scopo di avvicinare le persone e permettere loro di restare in contatto. Non ci rendiamo conto che in realtà sono proprio i social a renderci più soli e ad allontanarci, perché crediamo di essere più vicini ma in realtà siamo lontani e questa sensazione di vicinanza è solo fittizia, un’illusione. Inoltre si dà molta importanza al numero di amici virtuali e si confonde l’amicizia reale con quella virtuale.

La tecnologia rischia di sopraffarci e di confondere realtà e virtuale. Siamo dipendenti dai social, perché ci danno la sensazione di essere parte di una comunità di amici, quando si tratta solo di una realtà virtuale in cui si tratta di “amici” che neanche conosciamo davvero. Se nella realtà ci sembra difficile stringere amicizia, far parte di un gruppo o gestire i rapporti sociali, online è tutto più facile. Basta un clic per essere accettato in un gruppo, per chiedere a qualcuno l’amicizia ecc.

Così siamo tutti in qualche modo diventati schiavi della tecnologia che in realtà dovrebbe renderci la vita migliore. Non riusciamo a trascorrere una giornata senza il nostro cellulare, controllare i messaggi su Whatsapp, i commenti su Instagram, i mi piace su Facebook alla nostra foto o la nostra casella e-mail.

Inoltre la tecnologia diventa pericolosa anche quando è utilizzata per scopi distruttivi: la tecnologia nella storia è stata usata anche per scoi militari e per la costruzione di armi distruttivi a partire dal bastone, fino alla bomba atomica.

Conclusioni tema sulla tecnologia: una vita senza tecnologia sarebbe impossibile, in quanto è qualcosa in continua evoluzione e chissà che tra qualche anno non saremmo in grado di fare cose che oggi immaginiamo come straordinarie, come ieri i nostri antenati non avrebbero mai immaginato di poter fare quello che oggi siamo in grado di fare. Quando vi fu la nascita del cinema nel 1895 nessuno poteva immaginare che il cinema sarebbe diventato 3D. I pittori del 500 non avrebbero mai immaginato che un giorno sarebbe stata creata una macchina fotografica capace di scattare fotografie della realtà in formato digitale e così via. Tutto cambia, migliore, evolve, niente si distrugge ma ogni cosa si trasforma in qualcosa di nuovo, come la fotocamera analogica si è trasformata in digitale. Così come la fotocamera si è poi integrata nei cellulari, che a loro volta sono cambiati e si sono trasformati in veri e propri computer. Se un tempo era difficile comunicare con persone lontane, oggi è diventata la cosa più semplice del mondo.

Non esistono limiti allo sviluppo della scienza e al progresso. Per fermarlo si dovrebbe fermare il mondo.
Noi nella nostra quotidianità possiamo imparare a gestire la tecnologia e ad usarla in maniera corretta senza abusarne. Dobbiamo sfruttare i vantaggi che derivano dalla tecnologia e non farci soggiogare fino a diventarne schiavi.

The following two tabs change content below.
Ciao. Sono Anna e ho creato questo blog perché è un problema che mi sta molto a cuore. Scrivetemi o aggiungetemi sui miei social network. Un bacio

Ultimi post di Anna Saggese (vedi tutti)

Anna Saggese

Ciao. Sono Anna e ho creato questo blog perché è un problema che mi sta molto a cuore. Scrivetemi o aggiungetemi sui miei social network. Un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*