INSICUREZZA: LA VERA CAUSA DEL BULLISMO?

0

bullismo insicurezza

Perché si è presi di mira dai bulli? Molte persone risponderebbero che ad essere bersaglio di bullismo sono i più insicuri e “deboli“. Non è così. Tutti i bambini possono essere a rischio, perché c’è sempre qualche difetto, imperfezione, particolare, che rende ognuno “diverso” dall’altro.

Lo scopo del bullo è far diventare sempre più insicuro e fragile il suo bersaglio, fino a convincerlo delle cose che dice. La vittima è convinta di essere “brutta“, “sola”, “inutile”, anche se in realtà è carina o intelligente. Le parole hanno una grande potenza, cioè quella di riuscire ad influenzare la percezione che abbiamo di noi stessi. Così anche una ragazza magra può vedersi grassa, ad esempio.

La sicurezza è qualcosa che si acquisisce con il tempo, non qualcosa di innato. Il percorso di crescita ci porta a diventare più sicuri, più forti e più consapevoli di noi stessi. Invece in chi è vittima di bullismo viene distrutta completamente l’autostima. I bambini che vengono insultati, derisi, picchiati ogni giorno, saranno anche da adulti estremamente insicuri, fino ad arrivare a veri e propri attacchi di panico o problemi ad uscire anche solo di casa.

Quindi l’insicurezza non è la causa del bullismo, ma la sua conseguenza! Non esistono persone più forti o deboli di altre, tutti abbiamo due parti dentro di noi; una più forte e un’altra più fragile. Perché ognuno ha dei punti deboli. I bulli scoprono e giocano su questi, per far crollare le certezze e le sicurezze delle vittime, portando loro via l’amore per loro stessi.

Certo, la vittima può essere più timida e sensibile dei suoi coetanei, ma questo non significa essere “deboli“, anche se spesso questi termini diventano sinonimi… ma non è così e solo chi è superficiale può pensarlo. Un altro pensiero sbagliato è pensare che il bullismo fortifica ed è un’esperienza di vita che rende più maturi e forti. NON E’ COSI! Sono pochi i casi in cui chi ne è vittima, dopo molti anni, riesce a riscattarsi e a trovare la propria rivincita nella vita.

La maggior parte delle storie finisce male, non esiste sempre un lieto fine. Perché il bullismo, soprattutto se subito in giovane età, diventa qualcosa di traumatico che si porta dentro sempre e condiziona la propria esistenza. E’ come una voce che ti ripete che non ce la farai, che non vali nulla, che sei una perdente. Ed è difficile combatterla e trovare la forza e la speranza rinchiusi in se stessi.

The following two tabs change content below.
Questo sito è dedicato ai bambini, agli adolescenti e ai genitori. Se ti piace, seguici sui nostri social e unisciti a noi 🙂
Leggi anche:  Chi è il bullo?

Ultimi post di No Bullismo (vedi tutti)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*