Conseguenze del bullismo

2

Le conseguenze del bullismo sulla vittima sono molto gravi e compromettono la crescita. Infatti, una delle prime conseguenze di questo tipo di violenza, è quella di distruggere l’autostima soprattutto nel tipo di bullismo psicologico quando si usa l’emarginazione sociale). Chi lo vive si convince che i bulli abbiano ragione e di meritare questo trattamento.

conseguenze del bullismo

Conseguenze psicologiche del bullismo:

Le conseguenze psicologiche e fisiche del bullismo condizionano la vita durante l’adolescenza e l’età adulta. 

Conseguenze del bullismo fisiche:
– Palpitazioni., Dolori addominali, stipsi, diarrea.
– Mal di testa, emicrania, mal di schiena. Problemi della pelle. Problemi del sonno.

Conseguenze bullismo psicologiche:
– Stanchezza persistente, Flashback, crisi d’ansia.
– Disturbi del sonno, incubi continui (i bambini piccoli potrebbero bagnare il letto)
– Scarsa autostima e svalutazione della propria immagine.
– Depressione e scarsa autostima
– Problemi di concentrazione e di apprendimento 
– Calo del rendimento scolastico e cercare in ogni modo di evitare di andare a scuola.
– Stato di stress, aggressività, tristezza. 

Conseguenze a lungo termine:

Conseguenze del bullismo a lungo termine sulla vittima, che si protraggono anche nell’età adulta:

– Scarsa autostima, ansia, insicurezza.
– Rischio depressione.
– Attacchi di panico
– Comportamenti autodistruttivi e autolesivi (autolesionismo o disturbi alimentari)
– Dipendenza-abuso di sostanze
– Difficoltà a raggiungere livelli di istruzione superiore e abbandono scolastico
– Ritiro sociale
– Maggior rischio a fallimenti lavorativi e sentimentali
– Difficoltà nelle relazioni interpersonali
– Difficoltà nel trovare lavoro/sul lavoro (mobbing da parte di superiori o colleghi)
– Pensieri legati al suicidio

Tra le conseguenze del bullismo c’è anche un abbassamento della qualità e della speranza di vita. Infatti abusi e prepotenze causano un invecchiamento precoce. La vita delle vittime di bullismo è più breve. Lo dice una revisione di una serie di studi sull’argomento presentata nel corso del Congresso italiano di Pediatria che si è svolto a Palermo. Secondo i dati presentati, gli atti di bullismo, le prevaricazioni e le violenze subite provocherebbero un accorciamento della vita fino a 7-10 anni. A determinare questa riduzione è l’aumento di malattie correlate alle violenze, ad esempio obesità, cefalea, asma, tumori, malattie cardiovascolari. 

Conseguenze bullismo principali

Le conseguenze del bullismo principali sono:

  • Distruzione dell’autostima e insicurezza patologica
  • Pensieri negativi su se stessi e autocritica eccessiva
  • Chiusura e isolamento
  • Costante sensazione di essere giudicati e paura del giudizio altrui
  • Credere che tutti gli altri siano migliori. 
  • Difficoltà ad aprirsi con le persone
  • Ipersensibilità, emotività eccessiva e ci si sente facilmente attaccati dagli altri
Leggi anche:  Bullismo: Scoperti dagli esperti gravi effetti psicologici.


Tutte queste conseguenze del bullismo si aggravano nel tempo e portano a conseguenze e disturbi ancora più gravi

 1) Ritiro sociale: In adolescenza il senso di solitudine e l’insicurezza può portare all’abbandono scolastico ma anche al ritiro sociale. ll fenomeno del ritiro sociale riguarda quegli adolescenti che, a partire da una fobia sociale e scolare, abbandonano ogni relazioni e i contatti sociali per rinchiudersi nella loro stanza, riducendo al minimo i loro contatti con persone reali per sostituirli spesso con una frenetica attività su internet che include la dedizione a video giochi infiniti, la visione di film, una serie di contatti virtuali. In alcuni casi il ritmo notte giorno viene invertito per cui i ragazzi dormono di giorno e si svegliano la notte. Ci si rinchiude in sé stessi e nel proprio mondo. Non si ha voglia di uscire.

2) DPTS: Disturbo post-traumatico da stress è causato da eventi traumatici o violenti: I principali disturbi sono:

Flashback: continui ricordi dolorosi
Evitamento: la tendenza ad evitare tutto ciò che ricordi in qualche modo l’esperienza traumatica.
Incubi continui
Iper attivazione psicofisiologica: caratterizzato da insonnia, irritabilità, ansia, aggressività e tensione generalizzate. Spesso sono associati sensi di colpa per quello che è successo o come ci si è comportati, o per il non aver potuto evitare il fatto, accompagnati da ansia e depressione. In alcuni casi si vengono a produrre delle significative tensioni familiari, che possono mettere in difficoltà i parenti della persona con PTSD.

3) Fobia sociale:

La paura di trovarsi in situazioni sociali (una festa ad esempio ma anche entrare in una sala già piena con altre persone) e di ricevere giudizi negativi. Questa paura può portare chi ne soffre ad evitare la maggior parte delle situazioni sociali, per la paura di comportarsi in modo “sbagliato” e di venir mal giudicati come ansiosi, deboli, “pazzi”, o stupidi. Già prima di questi eventi iniziano a provare una forte ansia e così evitano le situazioni sociali. Si prova ansia nel fare qualcosa davanti ad altre persone, parlare davanti o con sconosciuti, telefonare, parlare, esporre una relazione.

4) Depressione

Generalmente chi presenta i sintomi della depression e mostra e prova frequenti e intensi stati di insoddisfazione e tristezza e tende a non provare piacere nelle comuni attività quotidiane. Le persone che soffrono di depressione vivono in una condizione di costante malumore e con pensieri negativi e pessimisti circa sé stessi e il proprio futuro. I sintomi della depressione più sono la perdita di energie, senso di fatica, difficoltà nella concentrazione e memoria, agitazione motoria e nervosismo, perdita o aumento di peso, disturbi del sonno (insonnia o ipersonnia) e dolori fisici. 

Pensieri negativi e autodistruttivi su sé stessi: Le emozioni tipiche della depressione causata dal bullismo sono la tristezza, l’angoscia, disperazione, insoddisfazione, senso di impotenza, perdita della speranza, senso di vuoto. I sintomi cognitivi sono la difficoltà nel prendere decisioni e nel risolvere i problemi, auto criticismo e auto svalutazione, pensiero catastrofico e pensiero pessimista. I comportamenti che contraddistinguono la persona depressa sono l’ evitamento delle persone e l’isolamento sociale e i tentativi di suicidio.

5) Problemi autolesionistici (autolesionismo, disturbi del comportamento alimentare)

L’autolesionismo è il danneggiamento del proprio corpo attraverso lesioni autoinflitte dirette e intenzionali. L’autolesionismo in adolescenza è associato a depressione, stress, ansia, isolamento sociale e basso rendimento scolastico. L’atto più comune con cui si presenta l’autolesionismo è il taglio superficiale alla pelle ma esso comprende anche il bruciarsi, infliggersi graffi, colpire una o più parti del corpo, mordersi, tirarsi i capelli e ingerire sostanze tossiche o oggetti. In senso più ampio comprende tutti i comportamenti con cui si vuole distruggere il proprio corpo e quindi anche abuso di sostanze, anoressia e bulimia.

 

Leggi anche:  Bullismo a scuola cosa fare? 3 efficaci consigli!

Queste conseguenze del bullismo possono essere evidenti o manifestarsi in adolescenza e persistere nell’età adulta.

Nota: Articolo sulle conseguenze del bullismo basato su fonti ufficiali e arricchita da esperienze di chi l’ha vissuto sulla sua pelle, come ex vittime.

The following two tabs change content below.
Questo sito è dedicato ai bambini, agli adolescenti e ai genitori. Se ti piace, seguici sui nostri social e unisciti a noi 🙂

Ultimi post di No Bullismo (vedi tutti)

2 COMMENTS

  1. Spero muoiano tutti i bulli che dalla scuola elementare alla scuola superiore, e anche dopo quest’ultima, mi hanno preso di mira.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*